"E' disponibile online la nuova guida del GABA, ora anche in lingua inglese! Per acquistarla clicca qui" "GABA guide book available here"



Situata nel cuore delle Marche, Ascoli Piceno offre un'ampia varietà di percorsi escursionistici che si snodano tra paesaggi inediti, storia millenaria e una ricca biodiversità. Dal centro storico fino ai sentieri panoramici che attraversano le colline circostanti: ogni itinerario ti conquista regalandoti un'esperienza completa che unisce la bellezza naturale con la ricca storia di Ascoli Piceno. Ed è proprio qui che si trova il Grande Anello dei Borghi Ascolani (GABA), un percorso di 100 km che attraversa i magnifici borghi collinari ai piedi del gruppo montuoso del Ceresa e dei Monti Gemelli

Questo percorso ad anello non solo offre un'esperienza immersiva nella bellezza naturale della regione, ma anche un viaggio attraverso la sua ricca storia, cultura e tradizioni enogastronomiche.

 

GABA: escursioni e panorami inaspettati ad Ascoli Piceno 

Il capoluogo piceno è il punto ideale per intraprendere il GABA, un viaggio diviso in sette tappe che attraversa i magnifici borghi collinari dei Comuni di Ascoli Piceno: Venarotta, Comunanza, Roccafluvione, Montegallo ed Acquasanta Terme; per un’esperienza a tutto tondo per conoscere uno dei luoghi più affascinanti delle Marche. 

Prima tappa: da Ascoli Piceno al Castello di Venarotta 

Tanti sono i sentieri escursionistici. Tra quelli più suggestivi che troverai lungo la prima tappa del GABA, che da Ascoli va verso Venarotta, spicca il percorso che conduce alle Grotte di Sant'Emidio. Questa rete di grotte naturali, immerse nella fitta vegetazione, ti regala non solo un'esperienza stimolante, ma anche panorami inaspettati.

Seconda tappa: da Venarotta a Ficocchia

Proseguendo il cammino entriamo nel secondo tratto del GABA che va da Venarotta fino a Ficocchia. Un'escursione che ti suggeriamo di intraprendere è il sentiero che conduce al Mulino Arena dove puoi ammirare l’omonima cascata. 

Posto in posizione suggestiva, a strapiombo sulla cascata che si getta nel Fluvione, questa costruzione risale al 1629 ed è uno dei caratteristici mulini idraulici del territorio di Roccafluvione. Da qui la destinazione più vicina è il borgo fantasma di Ficocchia.

Terza tappa: da Uscerno a Abetito

Nella terza tappa del nostro emozionante percorso, ci immergeremo in un'avventura senza pari, guidati dagli inconfondibili sentieri escursionistici che collegano Uscerno ad Abetito. Uscerno, una piccola cittadina lungo il corso del Fluvione è immersa in una natura rigogliosa, con castagneti, piccole grotte e cascatelle. Da qui il sentiero si snoda attraverso colline pittoresche, che si aprono su viste spettacolari della valle sottostante. Da visitare è il Bosco di Abetito: alberi secolari e sentieri ben curati creano un'atmosfera magica, perfetta per chi cerca una pausa rigenerante dalla frenesia quotidiana.

Quarta tappa: da Monte Piantone a Forcella

Ora ci addentriamo nella quarta tappa del GABA, un'avventura che ci porta da Monte Piantone a Forcella. Per ogni appassionato di escursionismo, questa tappa è un vero e proprio paradiso. Questa vetta offre una vista ineguagliabile sulla campagna circostante e sulle vette lontane. Attraversando il percorso, faremo tappa a Piandelloro, un luogo intriso di storia e bellezza naturale. Esploreremo gli insediamenti rupestri che raccontano antiche storie e svelano il legame profondo tra l'uomo e la terra. La nostra avventura raggiunge il culmine con l'arrivo a Forcella, un luogo che offre viste panoramiche mozzafiato.

Quinta tappa: da Forcella a Valledacqua

Questo tratto del GABA è una vera oasi per gli escursionisti. Si parte da Mulino Pompili, uno dei pochi mulini idraulici ancora funzionanti dell'area, restaurato ed attrezzato per ospitalità. A pochi metri, una meravigliosa cascata naturale che forma una piscina dall'acqua limpida. Il sentiero prosegue verso Paggese, un borgo intriso di tradizioni e autenticità fino ad arrivare all'imponente Castel di Luco, un antico castello che ti immergerà nella storia medievale. La tappa si conclude all'Abbazia di San Benedetto in Valledacqua, un luogo sacro circondato dalla bellezza naturale. Un percorso che fonde storia e natura, promettendo un'esperienza memorabile.

Sesta tappa: da Valledacqua a Coperso

Dare il benvenuto alla sesta tappa del nostro affascinante viaggio  che ci conduce da Valledacqua a Coperso, significa immergersi in un'avventura eccezionale. Da San Gregorio alla suggestiva Valle del Castellano e alla pittoresca Talvacchia, questa tappa promette di catturare l'anima di chi ama la natura. Concluderemo il nostro percorso esplorando le autentiche bellezze di Coperso e Rosara, un connubio perfetto di autenticità e tranquillità. 

Settima tappa: da Coperso ad Ascoli Piceno

Con la settima e ultima tappa che ci porta da Coperso a Ascoli Piceno, si conclude il percorso del GABA. Qui la storia si fonde con la natura, il percorso va da Castel Trosino per poi dirigersi verso Colle San Marco, un punto panoramico straordinario che regala una vista unica sulla bellezza del territorio circostante. Proseguendo, il Rifugio Paci accoglie gli escursionisti con la sua calda ospitalità. 

Leggi la sintesi del percorso

 

L’impegno per la salvaguardia dell’ambiente e i riconoscimenti nazionali del GABA

Il GABA si sviluppa all'interno di un contesto ambientale davvero eccezionale in quanto è circondato da riserve naturali, come il Parco Nazionale Gran Sasso della Laga e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini.  

Il suo impegno nel promuovere lo sviluppo sostenibile e nel proteggere le risorse naturali per le generazioni future è altissimo, infatti il progetto si inserisce nell'ambito di iniziative globali per la conservazione dell'ambiente, come l'Agenda 2030 dell'ONU e il Green Deal promosso dalla UE. Non solo! Il GABA è stato selezionato come candidato unico per le Marche per il prestigioso premio 'Italian Green Road Award' a sottolineare l'importanza e il suo impegno nel promuovere pratiche di turismo responsabile e nel valorizzare l'ambiente naturale e culturale della regione. 

All'interno del territorio del GABA, diverse località sono riconosciute come SIC (Siti di Importanza Comunitaria) e ZPS (Zone di Protezione Speciale): una testimonianza forte della ricchezza ambientale di quest'area.

La promozione del turismo sostenibile e la partecipazione delle comunità locali.

Il riconoscimento ottenuto dal GABA come candidato unico per le Marche all'Italian Green Road Award non solo attesta la sua eccellenza a livello nazionale, ma lo pone anche come un punto di riferimento internazionale nel settore del turismo sostenibile

Tuttavia, dietro questo successo si cela un altro aspetto fondamentale: il coinvolgimento attivo e la partecipazione delle comunità locali. Queste non sono solo spettatori, ma veri e propri protagonisti nella gestione e nella promozione del percorso. Attraverso iniziative di collaborazione e progetti di partecipazione, le comunità locali contribuiscono in modo significativo alla conservazione dell'ambiente e alla valorizzazione delle ricchezze culturali della regione. In questo modo si rafforza il legame tra la popolazione e il territorio, si crea un senso di appartenenza e responsabilità e si promuove lo sviluppo economico locale e le sue tradizioni.

 

Sei pronto ad intraprendere il Grande Anello dei Borghi Ascolani? Leggi tutti i dettagli delle tappe e i percorsi del Grande Anello dei Borghi Ascolani!

 

 

a valere su CIS AREA SISMA – RISORSE FSC 2021-2027 – DELIBERA CIPESS 66/2021 DEL 03.11.2021

Patrocini GABA