"E' disponibile online la nuova guida del GABA, ora anche in lingua inglese! Per acquistarla clicca qui" "GABA guide book available here"



Venarotta è un piccolo borgo nel cuore delle Marche, che custodisce un patrimonio ricco di storia, cultura e bellezze naturali. Percorrendo la prima tappa del GABA giungerai in questo incantevole angolo d'Italia. Anche se poco conosciuto potrai immergerti in un'atmosfera autentica e serena, lontano dal caos delle mete più turistiche. Le strette vie del centro storico, gli edifici antichi e i panorami mozzafiato delle colline marchigiane rendono Venarotta un luogo perfetto per una visita all'insegna della scoperta e della tranquillità. 

In questo articolo ti consigliamo le 7 cose da vedere a Venarotta, ognuna delle quali offre uno spaccato della vita e delle tradizioni locali.

 

La cantina storica e il museo del vino cotto

Una splendida cantina settecentesca scavata completamente nell’arenaria dove potrai visitare il museo del vino cotto, un prodotto tipico della regione. Si tratta di un vino liquoroso dal sapore particolarmente dolce, con toni aciduli. Il suo colore può variare dal rubino al granata, con sfumature ambrate.

Visitando il museo potrai immergerti nelle antiche tradizioni scoprendo le varietà della vite locale e il processo di trasformazione che porta dall’uva al vino. Ma non solo, questo luogo racconta la figura di Arnaldo da Villanova, medico e alchimista, famoso per i suoi “vini medicati'.

 

Parco dei Monti Sibillini: un paradiso per gli amanti della natura 

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che giunge fino a Venarotta, è una tappa imperdibile per gli amanti della natura. Troverai percorsi escursionistici che attraversano paesaggi mozzafiato, inclusi boschi secolari, prati fioriti e vette montuose. Il parco è anche l’habitat di numerose specie di flora e fauna il che è perfetto per gli amanti della fotografia naturalistica e del birdwatching.

Tra le escursioni più popolari c’è sicuramente quella che conduce al Monte Ascensione, intorno al quale si narrano numerose storie e leggende. Ogni anno, nel mese di maggio, tantissime persone si recano qui in occasione della festa dell’Ascensione. Durante questa ricorrenza la statua della Madonna viene trasferita qui da Polinesio e collocata all’interno della chiesa, che si trova sulla vetta del monte.

 

Il palazzo comunale: scopri la storia locale

Situato nel cuore del borgo, il palazzo comunale di Venarotta è un altro sito di grande interesse. Questo edificio storico, con la sua facciata in stile rinascimentale, rappresenta un simbolo dell'importanza amministrativa e storica del paese. Al suo interno potrai visitare gli archivi storici e analizzare i documenti che raccontano la storia di Venarotta e dei suoi abitanti. Il palazzo inoltre ospita mostre e eventi culturali che celebrano le tradizioni locali.

 

L’Hospitale Terzo Paradiso

La comunità locale è famosa per la sua accoglienza e cordialità verso i visitatori. A Venarotta, questo spirito si traduce nell’Hospitale del Terzo Paradiso, un luogo che accoglie i forestieri all’interno dell’ex convento di San Francesco. 

In origine gli Hospitali erano luoghi dove i pellegrini potevano trovare non solo ristoro ma anche entrare in contatto tra loro, vivendo scambi culturali e momenti di convivialità. Oggi il progetto proposto dall’Ecomuseo del Monte dell’Ascensione vuole ricreare proprio quest’atmosfera, con un percorso che prevede mostre e laboratori, incentrato sulla cura del corpo e dell’anima attraverso l’arte e la cultura. L’obiettivo è dar vita ad un luogo dove storia, arte e convivialità si mescolano tra loro per creare nuove idee di sviluppo sostenibili e favorire progetti condivisi. 

 

Santuario della Madonna Addolorata: un luogo di spiritualità e mistero

Il Santuario della Madonna Addolorata è un luogo spirituale avvolto da un’atmosfera misteriosa. Sorge sul luogo delle ripetute apparizioni mariane dell’aprile del 1948. Si narra che Anita Federici, una giovane contadina, fu la prima testimone di questo evento. La Madonna le apparve nei pressi di una rupe di tufo, parlandole nel dialetto locale e invitandola a pregare per la conversione dei peccatori. 

Ma non si trattò dell’unico incontro tra le due: se ne verificarono in tutto 25 fin quando, il 23 maggio dello stesso anno, la Madonna donò ad Anita la corona della penitenza e del dolore. Le apparizioni coinvolsero ben 564 persone. Da allora, il santuario è divenuto una tappa di pellegrinaggio per molte persone. 

 

Il museo del ricamo: una tradizione antica

A Venarotta troviamo anche un museo molto interessante che ospita diverse realtà artistiche del luogo, con un percorso che narra il “saper fare” degli artigiani locali.

Tema principale del museo è il ricamo: qui i visitatori possono non solo ammirare preziose opere sia antiche che moderne, ma anche scoprire quest’arte in prima persona, provando a realizzare vari disegni sulle diverse tipologie di tessuti disponibili. 

Il museo è infatti la sede dell’associazione “Le Meraviglie del Ricamo” che si occupa di organizzare workshop e corsi rivolti a chiunque voglia scoprire questa antica tradizione, un vero tesoro da vivere e tramandare. I corsi sono aperti a tutti, grandi e piccini!

 

Il Sentiero Francescano della pace: un percorso spirituale nella natura

Il sentiero Francescano della pace collega Venarotta a vari luoghi di interesse francescano nella regione. Il sentiero può essere percorso a piedi o in bicicletta e attraversa boschi, campi e piccoli borghi, offrendo un'esperienza di meditazione e contemplazione nella natura. 

Lungo il cammino, i pellegrini possono visitare chiese e santuari legati alla vita di San Francesco d'Assisi, riflettendo sulla sua eredità spirituale e sulla bellezza del creato.

Per scoprire tutte le tappe del sentiero e come unirlo al GABA, leggi il nostro approfondimento.

 

Venarotta è un piccolo gioiello nascosto nelle Marche, perfetto per tutti gli avventurieri appassionati di storia, natura o semplicemente in cerca di pace e tranquillità. Vuoi organizzare la tua avventura? Scopri tutte le tappe e i percorsi del Grande Anello dei Borghi Ascolani

 

a valere su CIS AREA SISMA – RISORSE FSC 2021-2027 – DELIBERA CIPESS 66/2021 DEL 03.11.2021

Patrocini GABA